Aquilonisti Eolo Gubbio

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Fai da te Avvicinarsi al volo Riconoscerli e farli volare

Riconoscerli e farli volare

Gli aquiloni sono oggetti notoriamente più pesanti dell’ aria, contrariamente alle mongolfiere e ai dirigibili, quindi per volare l’ aquilone necessita del vento e del solido ancoraggio del filo.

La velatura costituisce la superficie dell’ aquilone, le steccature lo scheletro, la briglia il filo che decide l' angolo di inclinazione, il filo di ritenuta il collegamento briglia-terra e la coda lo stabilizzatore di volo, l' aquilone diventa quindi un ostacolo al normale scorrere delle correnti ventose ed un adeguato angolo di inclinazione gli consente di sfuggire alla forza di gravità e di schizzare verso l' alto.

Nell’ aquilone si possono distinguere vari elementi, ognuno dei quali possiede un nome specifico ed un compito ben preciso come indica la figura


1. Punto di traino

2. Traversa alare

3. Ramo della briglia

4. Velatura

5. Longherone

6. Cavo di Traino

7. Rocchetto avvolgifilo

8. Coda

NB. in alcuni aquiloni come il delta sono presenti stecche oblique chiamate alari e una parte di tela perpendicolare alla velatura (Pinna) che si sostituisce al ramo di briglia.

SI MA COME LI RICONOSCIAMO?

Gli aquiloni sono suddivisi in 3 grandi famiglie in base al loro modo di volare.

I VELEGGIATORI ) Costituiscono la più antica delle famiglie ed è formata da tutti quegli aquiloni statici monofilo

I COMBATTENTI ) Nascono come i veleggiatori in oriente ed il loro nome deriva dalle particolari evoluzioni che riescono a compiere esercitando particolari manovre con il filo di traino.
GLI ACROBATICI ) Sono gli ultimi nati e grazie all’ installazione di 2 cavi di traino riescono a compiere acrobazie veramente particolari.

Tutte le famiglie di aquiloni devono comunque seguire alcune caratteristiche importanti ai fini del volo.

Leggerezza - Solidità - Rigidità delle parti del telaio - Bilanciamento - Simmetria - Angolo della briglia - Posizione dei punti di briglia - Tipo di vento - Campo di volo.

SCELTA DEL CAMPO DI VOLO

Alberi, edifici, dossi e ogni oggetto verticale di notevole altezza, creano delle rotture e dei turbini nelle correnti di vento, quindi consigliamo di volare lontano da questi ostacoli, in luoghi come le spiagge non affollate, le pianure, i prati, le colline. tenendo ben presenti tutte le precauzioni necessarie

PRIMO VOLO

  1. uniamo tutte le parti dell' aquilone.
  2. disponetevi con la spalle al vento.
  3. impugnate il rocchetto lasciando libero l’ aquilone di prendere vento.
  4. se il vento è adatto l’ aquilone tende a disporsi nella corrente, prendendo dolcemente filo e quota se c’è scarsità di vento occorre fare dondolare l’aquilone in aria dando di volta in volta un metro circa di filo, tirando poi per fargli riprendere quota.

Questo consente l’ aumento della lunghezza del filo e la possibilità di entrare in volo a quote maggiori dove sperare in un vento maggiore.

Se però abbiamo con noi un amico possiamo fare così:

  1. disponiamoci sempre con le spalle al vento.
  2. il nostro sguardo ora indicherà la direzione del vento, prendiamo in mano il rocchetto e diamo l'aquilone in mano al nostro amico.
  3. fate camminare chi vi aiuta in direzione del sento per circa 40 o 50 passi.
  4. al vostro via! lui dovrà lasciare l'aquilone, e voi indietreggerete velocemente per 4 o 5 metri.

se vola bene ok, ma se non vola?

1) L’ aquilone scende in picchiata - diminuire la lunghezza della briglia e allungare la coda.

2) L’ aquilone si alza con difficoltà - diminuire la lunghezza della coda e allungare la briglia.

3) L’ aquilone dondola a destra e a sinistra - verificare che il telaio sia ben ancorato alla velatura.

4) Il filo si incurva notevolmente - il filo è troppo pesante, recuperarne alcuni metri.

5) L’ aquilone volteggia attorno al filo - lasciare il filo in maniera che assuma un assetto idoneo al volo oppure allungare la briglia.

6) L’aquilone tira troppo sul filo di ritenuta - lasciare un po’ di filo poi andare verso l’ aquilone avvolgendo il cavo velocemente.

 

Cerca